Le memorie di Alvise Geniceo (1770-1841) aventuriero dell’isola di Vis

Journal of Faculty of Humanities and Social Sciences in Split, No. 4 January 2011

Original scientific paper

Ljerka Šimunković Faculty of Humanities and Social Sciences, University of Split

pages 7-15

Abstracts:

Alvise Geniceo (1770-1840) visse a cavallo tra Settecento e Ottocento. Nacque sull’isola di Vis nell’Adriatico centrale, ma poi soggiornò a lungo nelle maggiori città d’Europa, come Venezia, Vienna, Parigi, Napoli, Londra ecc. Figlio di un nobile possidente non troppo ricco, accumulò grandi ricchezze con speculazioni finanziarie e con il gioco d’azzardo. Le ricchezze e il titolo di conte gli assicurarono un’elevata posizione sociale. Presto divenne molto vicino alla corte d’Austria e quella di Napoli e fece molte amicizie tra principi e regnanti invitandoli a lauti banchetti e prestandoli anche dei soldi. Nel corso degli anni, dilapidò una buona parte delle proprie sostanze disperdendo il danaro in ricevimenti, divertimenti, donne, case, belle cose ecc. Così per i capricci della fortuna tutte le sue ricchezze svanirono nel nulla. Nella vecchiaia fece ritorno sull’isola natia, dove si spense quasi povero. Prima di morire compilò la storia della propria vita, intitolata Il lungo species facto, ove descrisse tutta la sua movimentata vita.

Keywords:

speculazioni finanziarie; giochi d’azzardo; isola di Vis; avventuriero

URI:

http://zbornik.ffst.unist.hr/?p=777&lang=en