MEMORIE DI UNA CHIROMANTE DI LEDA RAFANELLI: AUTOBIOGRAFIA E POLITICA MILITANTE

Zbornik radova Filozofskog fakulteta u Splitu, No.10 Prosinac 2017.

Izvorni znanstveni članak

Silvia Boero ; Portland State University, USA 

str 3-13

Icon

Sažetak:

Nata a Pistoia nel 1880 e morta a Genova nel 1971, Leda Rafanelli abbraccia giovanissima l’ideale anarchico; durante un suo breve soggiorno ad Alessandria d’Egitto, incontra e si innamora di Luigi Polli, il pubblicista fiorentino – in seguito suo primo marito – che la introdurrà alla locale colonia anarchica italiana della Baracca Rossa. Subito dopo la Rafanelli si converte al sufismo – conversione rappresentativa della sua ribellione ai miti colonialisti e capitalisti dell’Occidente. Con il secondo compagno, Giuseppe Monanni, dirigerà la Casa Editrice Sociale, punto di riferimento per la cultura italiana dissenziente durante gli anni della dittatura fascista, ma anche del secondo dopoguerra. Solo ultimamente tornata ad essere criticamente valutata ed apprezzata, in Memorie di una chiromante (che ha visto la pubblicazione nel 2010, per i tipi di Nerosubianco, grazie al lavoro di Milva Cappellini e di Fiamma Chessa) Leda Rafanelli ci propone una comunità di donne raccontata da una donna, dove la vita quotidiana è contemporaneamente luogo privato e spazio dove esprimersi anche politicamente. Romanzo della maturità e della vecchiaia, Memorie di una Chiromante è una pedagogica metautobiografia in cui la scrittura di sé – ed in modo particolare quella femminile – diventa atto politico per eccellenza.

Ključne riječi:

Anarchism; autobiography; antifascism; colonialism; feminism; marginality; pacifism; Sufism

URI:

http://zbornik.ffst.unist.hr/?p=18